Castellina

S u di un poggio all'incrocio di importanti vie di comunicazione tra le  valli d'Arbia, dell'Elsa e del Pesa si trova la cittadina di Castellina in Chianti.

Il tumulo di Montecalvario, una tomba etrusca posta nei pressi dell'abitato e datata VII-VI secolo a.C. e la Necropoli del Poggino, posta nei pressi di Fonterutoli, attestano che Castellina sia di origine etrusca. Passata sotto il dominio di Firenze nel XII secolo, diventò un importante avamposto proprio per la sua strategica posizione lungo la strada che collega Firenze a Siena. Fu distrutta e ricostruita diverse volte a causa delle lotte tra le due città, ogni volta con mura di fortificazione più grandi. Si narra che anche il Brunelleschi fosse stato chiamato per la progettazione di parte delle fortificazioni.

Delle mura è rimasto lo splendido camminamento coperto seminterrato, oggi via delle Volte contornata da botteghe e ristoranti.  Su questa parte delle fortificazioni erano poste delle torri rompi-tratta per il tiro di fiancheggiamento. Nel circuito murario si aprivano due porte: la porta Senese e la porta Fiorentina, quest'ultima demolita dopo la seconda guerra mondiale perché ritenuta pericolante. Il lato sud è completamente sparito ma è su questa parte delle mura che è collocata la Rocca.

La Rocca è una massiccia costruzione che sorge nella piazza principale con un torrione trecentesco merlato dalla cui sommità si può ammirare il favoloso paesaggio del Chianti.

Il centro è attraversato dal corso principale, via Ferruccio, su cui si affacciano negozi, ristoranti, botteghe artigiane  e importanti palazzi come Palazzo Banciardi e Palazzo Squarcialupi, entrambi appartenuti a importanti famiglie del paese. All'interno di Palazzo Squarcialupi si trova anche l'Enoteca Antiquaria che raccoglie vini da oltre 100 anni e rappresenta un importante archivio storico per la conservazione delle caratteristiche originali del Chianti Classico.

Da visitare anche la Chiesa di San Salvatore, di origine medioevale, ricostruita nel 1945 e la Chiesa di San Giorgio (1084), di origine romanica.

Nelle vicinanze di Castellina sono da visitare:

il Tumulo di Montecalvario,  famosissimo monumento etrusco: una Tomba a Tumulo di notevoli dimensioni dal diametro di 50 metri, costituita da quattro tombe ipogee risalenti al VII-VI secolo a.C. disposte seguendo i punti cardinali.

Necropoli del Poggino (nei pressi di Fonterutoli): composta da quattro tombe a camera risalenti al periodo orientalizzante-arcaico (VII-VI secolo a.C.).

| |

Castellina in ChiantiItaliaEuroparelaxvacanzeborgotutti

Ti potrebe anche interessare

La Capitale dei Trulli

NotOnlyTrips

Alberobello situata al centro della Valle d’Itria e della Terra dei Trulli è nota per essere la Capitale dei Trulli, tipici edifici interamente costruiti in pietra. I trulli hanno...

San Maurizio d'Engadina

NotOnlyTrips

San Maurizio d'Engadina in italiano, ufficialmente St. Moritz (Sankt Moritz), nel Canton Grigioni, non è famosa solo come località sciistica invernale, ma è una delle località turistiche più conosciute al...

Il Paese di Babbo Natale

NotOnlyTrips

In Lapponia (Finlandia), non lontana dal circolo polare artico, tra le colline di Ounasvaara e Korkalovaara, sorge Rovaniemi, moderna cittadina con edifici in muratura e con nessuna traccia delle tradizionali...